Discussione:
Giocare a distanza
(troppo vecchio per rispondere)
Marius
2011-10-23 11:02:12 UTC
Permalink
Ciao a tutti,
avete mai provato a giocare a distanza? Vorrei giocare con i miei
vecchi compagni di avventure ma ora siamo divisi da distanze
geografiche notevoli.
Dato che oggigiorno disponiamo di strumenti tipo videoconferenze (tipo
Skype e compagnia bella) ci era venuto in mente di provare a vedere
cosa viene fuori.
Siamo ben consci del fatto che non sarà mai la stessa cosa rispetto al
trovarsi di persona, però vorremmo comunque sperimentare la cosa.

Qualcuno di voi ha mai provato una cosa del genere? Avete consigli o
opinioni?

Grazie in anticipo
Marius
Parvati V
2011-10-24 07:09:22 UTC
Permalink
Ciao a tutti, avete mai provato a giocare a distanza?
Si'.

Non mi sono mai trovata bene a giocare via email o forum, perche' il
ritmo tende a rallentare e le persone tendono a scrivere come se fosse
un racconto, il che pero' spezza l'immediatezza.

Via chat o meglio ancora a voce viene meglio. Dovrete ancora trovare un
momento in cui essere tutti presenti, ma questo secondo me e' un pregio.

Esistono anche software come maptool che permettono di visualizzare una
mappa condivisa (non so a che cosa giochiate, per GDR piu' narrativi ne
potete anche fare a meno, per GDR piu' strutturati invece e' una manna
dal cielo).
--
Parvati V
Butterfly Dragon
2011-10-24 19:17:30 UTC
Permalink
Post by Marius
Qualcuno di voi ha mai provato una cosa del genere? Avete consigli o
opinioni?
Via mail solitamente non e' un granche', io ci ho provato diverse
volte, ma il ritmo e' tale da far perdere la voglia a molti e poi ci
sono sempre quelli che riescono a non essere capaci nemmeno una volta
al giorno il che porta ad un disinteresse generale. Tocca avere gia'
il gruppo ed essere molto affiatati, altrimenti via mail salta sempre
fuori che non si riesce. Handout allegati alle email non sono un
problema, solitamente il master tira tutti i dadi e riferisce i
risultati agli altri.

Via chat e' diverso, ma molti si sento frustrati da vedere quanto poco
si riesce a fare anche con sessioni di 3-4 ore, scrivere via chat e'
un processo lento, molto piu' di quanto potrebbe sembrare, quindi si
riesce a combinare poco anche con molto tempo a disposizione, tuttavia
rispetto al gioco via mail, almeno si riescono a fare cose come un
intero combattimento o da 1 a 3 scene in una serata (diciamo dalle 21
alle 24) cio' permette di avere un gruppo piu' affiatato. Tieni
comunque presente che gli "handout" vanno mandati via chat privata o
via file transfer per cui avrai spesso bisogno di roba di terze parti
per gestire tutto. Bisogna anche trovare un software di dadi che
permetta di tirarli "sotto gli occhi di tutti" ovvero che faccia
vedere a tutti il risultato, se solitamente le chat non hanno problemi
con trasferimenti dei file privati per gli handout, bisogna trovare
chat specifiche per il gioco di ruolo per gestire i dadi.

Chat vocale. Essenzialmente e' quasi come giocare ad un tavolino, a
parte il fatto che gli "handout" vanno mandati via chat normale o via
file transfer anche se usando Skype plug-in di lavagnette virtuali
abbondano e volendo si passano immagini come link o come trasferimento
diretto. L'unico problema e', come al solito, il tiro di dadi che va
sempre fatto con software o siti di terze parti. Il problema piu'
grave e' che in italia la "banda larga" e' un'utopia, e solitamente la
chat vocale nel giro di 2-3 ore tende a cascare 3-4 volte, inoltre si
deve parlare uno alla volta altrimenti i server vanno in tilt e
nessuno capisce quello che gli altri dicono. Mancano inoltre le
informazioni visive sugli altri giocatori e cio' porta alcune volte a
malintesi, si rimane molto sorpresi di quante volte il semplice tono
della voce non riesca a conferire a quello che si sta dicendo la
giusta enfasi e si finisca in continui malintesi.

Videoconferenza. Meglio della chat vocale, anche perche' si possono
tirare dadi dal vivo ma soffre degli stessi problemi di "banda larga"
praticamente riuscire a parlare con qualcuno per 10 minuti di fila
senza problemi e' una mezza utopia io personalmente non sono riuscito
mai a giocare con piu' di 1 persona per volta in videoconferenza, le
richieste di banda sono ancora oggi troppe per quella che e' la
situazione internet italiana.
Draco
2011-10-25 13:27:21 UTC
Permalink
Post by Marius
Ciao a tutti,
avete mai provato a giocare a distanza? Vorrei giocare con i miei
vecchi compagni di avventure ma ora siamo divisi da distanze
geografiche notevoli.
Dato che oggigiorno disponiamo di strumenti tipo videoconferenze (tipo
Skype e compagnia bella) ci era venuto in mente di provare a vedere
cosa viene fuori.
Siamo ben consci del fatto che non sarà mai la stessa cosa rispetto al
trovarsi di persona, però vorremmo comunque sperimentare la cosa.
Qualcuno di voi ha mai provato una cosa del genere? Avete consigli o
opinioni?
IMHO chat vocale ( Skype, ad esempio ) + tavolo di gioco virtuale (
maptool, fantasy grounds ) è la scelta migliore se riuscite ad organizzarvi.

La videoconferenza è piuttosto problematica, e richiede che tutti
abbiano una buona connessione ed una webcam di fascia alta ( sui 60-100€
), altrimenti tanto vale usare solo la chat vocale.

In ogni caso è necessaria una minima conoscenza del pc, in particolare
almeno uno di voi deve saper eseguire un "port forwarding" per poter
usare maptool, possibilmente questa persona deve essere il master (
guide su google ).

Riguardo i programmi:
Dalla recente acquisizione del programma da parte di casa Microsoft,
Skype da una marea di problemi, vi consiglio di trovare qualche
programma alternativo ( se ne trovate uno, fatemi sapere ).

Teamspeak è un'alternativa, se uno di voi può fare da server, ma la
qualità non è un granché, e bisogna abituarsi a non parlare tutti assieme.

Ventrilo è un'alternativa, ma non l'ho mai provato. ( come per
teamspeak, qualcuno deve fare da server ).

Maptool è un ottimo programma e può essere usato con moltissimi
regolamenti, ma è poco intuitivo, se volete usarlo dovrete passare
quantomeno una serata a capire come funziona ( il master molto di più ).

Fantasy Grounds è a pagamento ma più semplice da usare.

Esistono molti altri programmi.
Il Conquistatore di Fine Secolo
2011-11-05 11:12:55 UTC
Permalink
Post by Marius
Ciao a tutti,
avete mai provato a giocare a distanza? Vorrei giocare con i miei
vecchi compagni di avventure ma ora siamo divisi da distanze
geografiche notevoli.
Dato che oggigiorno disponiamo di strumenti tipo videoconferenze (tipo
Skype e compagnia bella) ci era venuto in mente di provare a vedere
cosa viene fuori.
Siamo ben consci del fatto che non sarà mai la stessa cosa rispetto al
trovarsi di persona, però vorremmo comunque sperimentare la cosa.
Qualcuno di voi ha mai provato una cosa del genere? Avete consigli o
opinioni?
Grazie in anticipo
Marius
Io e il mio piccolo gruppo stiamo oramai giocano, e con discreto gusto,
a distanza da parecchi mesi. Anche noi, dopo anni che non riuscivamo a
giocare causa distanze createsi per motivi lavorativi/studio (ma con la
passione che continuava a languire nei nostri cuori) abbiamo cercato un
modo per aggirare il problema geografico tramite le nuove tecnologie ...
e come si suol dire, la necessita ...
Abbiamo provato varie possibilità, partendo dalle più casalinghe fino a
raggiungere l'attuale conformazione più "professionale" :P.

Fondamentalmente per l'audio abbiamo scelto la chat vocale tramite
Skype. E' vero che ultimamente Skype perde qualche colpo, ma per ora si
riesce a passar sopra. La videoconferenza (se si utilizzano altri
strumenti per la visualissazione come tavoli virtuali) non è
assolutamente necessaria secondo noi, anzi, il sentire solo le voci,
oltre a dare un boost all'uso dell'immaginazione, interpretazione e
fantasia, permette anche ai giocatori di starsene belli rilassati
(quante volte ho masterato in mutande senza che nessuno lo sapesse ^_^).
Il video rende solo più esosa la richiesta di banda senza aggiungere
nulla a livello gi gameplay, secondo noi.

In secondo luogo abbiamo provato qualche Tavolo Virtuale.
Il primo, ovviamente è stato MapTool. L'avevo già conosciuto anni fa, ma
dopo qualche tentativo per farlo funzionare (il programma sicuramente
era più acerbo, così come le mie capacità tecniche) evevo rinunciato. La
nuova necessità me lo ha fatto poi riesumare e insistere, finchè siamo
riusiti a dominarlo con discreto gusto. A seconda del gioco che giocate
possono esserci già dei framework di macro pronti per adattarlo alle
regole dei diversi giochi.
Il vantaggio di MT è che è gratuito e facilmente adattabile ... ammesso
di saper scrivere le macro (... che non è il mio caso).
Essendo però un prodotto appunto gratuito, generico e universale, anche
aggiungendo gli ottimi framework (per DnD c'è anche uno meraviglioso in
italiano) certe meccaniche non sono gestite alla perfezione.

Dopo di che, preso dall'entusiasmo generato delle prime riuscitissime
sessioni (con MT) ho voluto fare un salto della fede e acquistare,
nonostante il costo non indifferente, una licenza di Fantasy Grounds,
sperando di trovare uno strumento ancora migliore e più perfezionato. Ed
in effetti è stato così ... anche se i primi passi non sono stati facili.
FG è proprio quello che dice la sua descrizione: un Tavolo Virtuale. Non
cerca di rendere il GDR una specie di videogioco multiplayer on-line, ma
cerca di mantenere appunto le dinamiche del tavolo. Questo significa
prima di tutto un minor livello di automatizzazione. In MT, con il
Framework apposito, il programma stesso ti diceva quali nemici erano
raggiungibili dall'attacco (lasciando solo quelli selezionabili) e
cliccato sul tiro di dado, calcolava automaticamene il risultato
dell'attacco e l'eventuale danno. Cosa molto comoda sicuramente, anche
per velocizzare i combattimenti (non certo rapidizzimi in DnD), ma oltre
a rendere appunto il tutto simile ad un VG, risultava estremamente
limitante in caso di "eccezioni".
FG invece lascia al giocatore il compito di sapere cosa può colpire, di
lanciare l'attacco (comunicandoti solo se va a segno o no) e poi
successivamente di tirare per il danno. Sicuramente più lungo come
processo, ma molto aderente al gioco fisico su tavolo e estremamente
duttile alle eccezioni,
Inoltre FG l'ho trovato tanto intuitivo quando padroneggiato, quanto
criptico e oscuro all'inizio. Appena iniziato ad usarlo ho avuto più
volte momenti di sconforto (pensando anche alla spesa fatta) davanti ad
uno strumento tanto complicato. Le cose non le fa accadere per magia, ma
bisogna sapere bene come farle accadere. Poi le gestisce, a mio parere,
magnificamente, ma sono tutt'altro che intuitive all'inizio. Mi ha
richiesto diverse settimane di test, prove, tutorial e discussioni sul
forum ufficiale (in inglese ma estremamente frequentato e supportato)
per iniziarlo a padroneggiare, ma ogni volta che un dubbio si chiariva
una buona fetta di nebbia si dipanava, rendendo chiaro il funzionamento
che ne stava alla base.
Ora come ora, benchè alcuni aspetti più profondi ancora mi sfuggano,
l'utilizzo dello strumento è diventato intuitivo e comodo, rendendomi
felice e soddisfatto della scelta fatta.
Resta il fatto che è un prodotto costoso ... molto costoso. Certo è che
se si vuole davvero tanto giocare online lo si può vedere come
un'investimento, al pari di qualche manuale. Io ad esempio l'ho vista
così: "da molto tempo oramai sto comprando manuali pieni di materiale
interessante che mi fanno venir sempre più voglia di giocare ... ma che
probabilmente non avrò mai modo di usare, visto che non riusciamo più a
trovarci per giocare. FG può costarmi quanto 3 manuali nuovi, ma almeno
mi permetterà finalmente di dare un senso alla spesa fatta fin'ora (che
al momento è assolutamente sprecata)".

Infine, per coronare il tutto, abbiamo anche aperto un gruppo privato su
Facebook, nel qualche vengono effettuate tutte le comunicazioni, si
organizzano le giornate e orari per le partite, io da master posto il
materiale utile (mappe, immagini, post sull'ambientazion, ecc), che
mantiene attivo il gruppo anche tra una sessione e l'altra stuzzicando
l'interesse, la comunicazione tra giocatori e tante altre cose utili al
gioco.

Per concludere dico solo che si era pensato anche di provare a gestire
le parti più interpretative anche in differita tramite il gruppo su FB
(una specie di Play by Forum/email) ma la cosa è stata bocciata,
preferendo il gioco in realtime nelle modalità sopra citate (Skype +
Fantasy Grounds). Se invece fosse andata in porto, l'idea per quanto
riguardava i dadi era quella di utilizzare questo sito :
http://invisiblecastle.com/roller/
che permette di lanciare i dati e poi registra il risultato (associato
ad un nominativo) permettendo a tutti di andarli a controllare.
--
------------------------


"Nulla è Reale! Tutto è lecito"
Loading...